Capodanno

happynewyear!

Capodanno è la festa dei fuochi d’artificio.
Non esiste un’altra festa in cui la gente è così contenta di vedere i propri soldi esplodere per aria.
Eppure, non esiste casa, famiglia, parrocchia o centro sociale in cui non si vedano almeno i miniciccioli o le loro evoluzioni.

C’è un modo più deficiente di farsi male?
Almeno spararsi al fronte di guerra contribuisce a far girare miliardi di dollari, si tratta di economia mondiale.

Coi petardi quando tutto va bene c’è solo un “bum!”.

Il 2009 sarà irrimediabilmente peggiore del 2008,
per cui il mio augurio a tutta la blogosfera mondiale è che riusciate a procurarvi almeno due orgasmi al giorno.
In qualsiasi modo riteniate opportuno.

BUON ANNO NUOVO!


Ultim’ora:
da ieri Israele festeggia il capodanno sulla Striscia di Gaza.

Adios amigos!

cretino14

Colgo l’occasione per salutare tutti coloro che mi sono stati vicini, tutti gli amici che mi hanno sostenuto, tutta la gente non omologata che in questi ultimi anni ha apprezzato i miei spettacoli, i miei testi, le cose che ho fatto e scritto.

Saluto adesso perché il Nanodittatore ha fatto un discorso di fine anno che se realizza anche solo per metà, nel paese che ci ritroveremo non avrò spazio: un attore giovanissimo, sconosciuto, per di più satirico, senza appoggi politici nè mafiosi-scusate la ripetizione-, dove può trovare lavoro se non in un call-center?

Quindi, siccome mi dispiacerebbe emigrare senza salutare, mi porto avanti col lavoro.

Il “sorriso con la merda intorno” ha ancora 4 anni e rotti davanti, e ha il potere di fare quello che vuole.

Non credo di esagerare, in fondo Beppe Grillo si è comprato una casa in Svizzera.

Continuamo a leggerci qui finché dura, ma intanto adios!

PERSUALITY SHOW – SI FINGEVA COLLABORATORE DI VANZINA PER AVERE SESSO

ROMA, M.G si fingeva collaboratore del regista Carlo Vanzina per chiedere sesso a giovani attrici in cambio dell’ingaggio.

Negli uffici degli studios Cinecittà

Carlo Vanzina: “A Enrì, e parla dentro la cornetta che non te sento!!…eh cazzo stamo nel 21esimo secolo e te ancora prendi il telefono al contrario tacci tua…Senti, la Rodriguez l’hai trovata?… No “trombata”, trovata!! Eh…e che t’ha detto?…Chi?!?… Quella botte demmerda? …ma andassero affanculo! Sò proprio ‘na manica de fii de na mignotta, lui e quell’altro frocio cò’ rinculo de Bo…ma che cazzo me ne frega a me! Senti, io me sò rotto i cojoni, il prossimo film lo famo direttamente co le zoccole de ‘a Salaria, costano un cazzo e visto che sò cliente fidato me faccio fà lo sconto…e che ce vole? je fai fà dù colpi de culo a Buona Domenica, altre quattro botte de zinne sur primo reality e sei pronta pe fa un film! …Aò te saluto che me bussano, ciao! …CHI E’???
M.G. : “Mi scusi…”
Carlo Vanzina: “…e te chi cazzo sei?”
M.G. : “Sono il nuovo incaricato delle pulizie…la precedente incaricata, mia moglie, è deceduta ieri, ma per tirare avanti ho bisogno anche del suo stipendio, arrotondo la mat…”
Carlo Vanzina: “Si vabbè ‘sti cazzi, visto che ce stai io me vado a fa ‘n tiro, c’hai un paio d’ore, rastrellame tutto l’ufficio e me raccomando tutto ar profumo de lavanda e no de limone, che il limone nun me fa cacà!”
M.G. :”…sissignore..”
Carlo Vanzina: “Fatte guardà un attimo…no, cò sta faccia non me servi a un cazzo. Se vedemo tra due ore, gnente limone! SBAM!”
M.G. : “…”

10 minuti dopo, bussano insistentemente alla porta dell’ufficio.

M.G. :”Arrivo signor Vanzina! Pensavo tornasse più tardi, non ho ancora fin….ops…ehm….prego signorina?”
A.S. :”Chiedo scusa, è qui che si fanno i pompini per avere ruoli nei film?”

PERSUALITY SHOW – Commesso WalMart ucciso dalla folla impazzita per i saldi

NEW YORK, un commesso della catena Wal-Mart è morto travolto dalla folla impazzita per i saldi natalizi.

Wal Mart, 5 minuti prima dell’apertura.

Jimmy: “Comunque non è normale questa situazione!”
Rob: “Fanculo Jimmy, non hai di meglio da fare che rompere stamattina? Cos’è, mia figlia ieri sera non era in vena di pompini?”
Jimmy: “No no, è stata brava, molto più di tua moglie!”
Rob: “Lo so, cristo…non mi ci far pensare!”
Jimmy: “Però dico, siamo dentro questa merda di magazzino da un’ora, ci aspettano dodici ore di lavoro continuato salvo tre pause di 15 minuti rispettivamente per pisciare cacare mangiare, e dopo un mese di questa merda io non posso permettermi di comprare una sola cosa di quello che vendiamo, neanche con gli sconti di Natale!”
Rob: “Ehi, non rompermi il cazzo con queste storie, ok?”
Jimmy: “Ma non ti fa incazzare?”
Rob: “Certo che mi fa incazzare, ma cosa dovrei fare secondo te? Io sono anche separato, ho anche due famiglie da mantenere, se lascio questo lavoro cosa faccio? Vado a battere pure io nel club di mia madre?”
Jimmy: “Dovremmo ribellarci Rob, noi siamo cittadini, paghiamo le tasse, non meritiamo di essere trattati così!”
Rob: “Ehi ehi, frena frena, quelli che fanno questi discorsi diventano importanti e si beccano una pallottola da qualche parte!”
Jimmy: “Tu sei solo un ciccione impippato di football!”
Rob: “E tu sei solo un negro infelice perché ha il pisello europeo!”
Jimmy: “Ridi ridi, io mi sono rotto il cazzo di te e di questa America!”
Rob: “E allora vai ad aprire le porte ai clienti che è ora, e poi vattene, sparisci, ma non azzardarti a rovinarmi il Natale!”
Jimmy: “…coglione! Restatene qua davanti a quelle facce di merda che di prima mattina già stanno in fila per spendere soldi. Certo che me ne vado, te lo giuro su Dio Rob: questa è l’ultima volta che apro quelle porte!