Tremonti e il Nuovo Ordine Mondiale

Stasera Tremonti ad Annozero ha palesato quello che si subodora da giorni e quello che i complottisti internazionali dicono da parecchio tempo: la nascita di un Nuovo Ordine Mondiale.
E’ potuto andare in diretta sulla Rai a lanciare il termine “governo mondiale”.
(E se invece di fare video sulla massoneria cretini con musica techno su youtube, vi spiegassero come una cosa del genere accade, non vi sentireste come se si parlasse di fantascienza).

Ormai sono così tranquilli che persino il TG1 ne ha parlato il 15 febbraio scorso (video)

Buttano il sasso, per vedere di nascosto l’effetto che fa.

giuliotremontiGente,
vi siete mai chiesti perché Tremonti è l’unico politico che in tv non urla?
Perché lui ha già pronta una villa con piscina su un’altra galassia, per quando sarà il momento.

Tremonti E’ quello che Ratzinger vorrebbe essere.
Berlusconi al confronto è MeoPatacca.

Vi è piaciuto 1984 di Orwell?
Allora leggete questo, e quando sarete a bocca aperta, pensate che è soltanto wikipedia in italiano.

PS leggi anche la seconda puntata del discorso.

SATIROTTO’

satiro (Pubblicato su Fuorilemura.it n° 162)

La settimana appena trascorsa è stata piuttosto interessante per due aspetti:

Uno) sono andato a vedere la prima nazionale del Decameron Tour di Luttazzi.
E’ leggermente ingrassato, ha quasi cinquant’anni, e potrebbe ficcarvelo nel culo prima che voi possiate pronunciare la parola “Obama”.
Ammirazione profonda.
Oh, ovviamente è stato spassosissimo, ma chi ancora se ne stupisce è parente di Marco Columbro.

B)Questa settimana in tv si è dato spazio al dibattito sulla satira.
Segno che la stanno definitivamente uccidendo.

Parlaconme prosegue con la sua satira Englaro-style.
Sabina Guzzanti ogni tanto appare ad Annozero a distribuire le briciole.
La Cortellesi ha uno show carino con qualche frecciatina simpaticamente assestata, ma il regista deve soffrire di narcolessia perchè ogni tanto si ha la sensazione che cada faccia in giù sulla consolle.

Mentana ha dedicato addirittura due puntate di Matrix sulla satira.
Solo la notizia mi ha fatto venire un foruncolo sul naso, non vi dico guardarle entrambe cosa mi ha fatto venire.
Se domani venite investiti da un TIR e restate paralizzati a letto, magari guardatevele pure voi, chiederete che vi stacchino la spina.

Il mio commento hard va però all’evento del secolo, Santoro l’Inquisitore contro Joe Violato.
Premesso che non me ne frega un fracassacazzo di entrambi, non stiamo parlando di satira.
Non c’è niente di satirico nel telefonare ad un politico fingendosi un presentatore per invitarlo ad una trasmissione, non è satira qualunque tipo di umorismo o show che abbia per oggetto un politico.

In ogni satira vera c’è un punto di vista significativo, qual’è quello di questo scherzo?
“I politici non sanno riconoscere gli imitatori al telefono?”
Come prendere in giro Marx perché non si faceva la barba(tra l’altro non avrebbe mai potuto vincere uno stupido premio).

Sì, per chi ci crede ancora c’è la libertà di espressione e blablablabla, ma in questo caso è libertà di fare scherzi da ‘frugoletto-che-non-ha-mai-visto-la-passera’, non di fare satira.

Fate attenzione gente, vi stanno abbassando il metro di giudizio,
così fra qualche tempo chiamerete “satira” le leccate di culo in maschera,
e la satira vera diventerà “eresia”.

Ricordate: LA SATIRA IN TV NON ESISTE PIU’.

Le varie trasmissioni che vedete non sono satira,
sono l’anticamera del coma.
Senza grassi e senza zuccheri.