PERSUALITY SHOW – SI FINGEVA COLLABORATORE DI VANZINA PER AVERE SESSO

ROMA, M.G si fingeva collaboratore del regista Carlo Vanzina per chiedere sesso a giovani attrici in cambio dell’ingaggio.

Negli uffici degli studios Cinecittà

Carlo Vanzina: “A Enrì, e parla dentro la cornetta che non te sento!!…eh cazzo stamo nel 21esimo secolo e te ancora prendi il telefono al contrario tacci tua…Senti, la Rodriguez l’hai trovata?… No “trombata”, trovata!! Eh…e che t’ha detto?…Chi?!?… Quella botte demmerda? …ma andassero affanculo! Sò proprio ‘na manica de fii de na mignotta, lui e quell’altro frocio cò’ rinculo de Bo…ma che cazzo me ne frega a me! Senti, io me sò rotto i cojoni, il prossimo film lo famo direttamente co le zoccole de ‘a Salaria, costano un cazzo e visto che sò cliente fidato me faccio fà lo sconto…e che ce vole? je fai fà dù colpi de culo a Buona Domenica, altre quattro botte de zinne sur primo reality e sei pronta pe fa un film! …Aò te saluto che me bussano, ciao! …CHI E’???
M.G. : “Mi scusi…”
Carlo Vanzina: “…e te chi cazzo sei?”
M.G. : “Sono il nuovo incaricato delle pulizie…la precedente incaricata, mia moglie, è deceduta ieri, ma per tirare avanti ho bisogno anche del suo stipendio, arrotondo la mat…”
Carlo Vanzina: “Si vabbè ‘sti cazzi, visto che ce stai io me vado a fa ‘n tiro, c’hai un paio d’ore, rastrellame tutto l’ufficio e me raccomando tutto ar profumo de lavanda e no de limone, che il limone nun me fa cacà!”
M.G. :”…sissignore..”
Carlo Vanzina: “Fatte guardà un attimo…no, cò sta faccia non me servi a un cazzo. Se vedemo tra due ore, gnente limone! SBAM!”
M.G. : “…”

10 minuti dopo, bussano insistentemente alla porta dell’ufficio.

M.G. :”Arrivo signor Vanzina! Pensavo tornasse più tardi, non ho ancora fin….ops…ehm….prego signorina?”
A.S. :”Chiedo scusa, è qui che si fanno i pompini per avere ruoli nei film?”

Persuality show – disney workshop

chavez
Oltre ai messaggi subliminali di sesso e satanismo, la Disney è nota anche per gli impliciti messaggi politici contenuti nei suoi film.
Sin dai tempi del capo Walt, nei lungometraggi per il grande pubblico si possono trovare riferimenti di appoggio politico-ideologico alla Casa Bianca.

Negli scantinati della Disney

Bob: …ma quanto ci mette Larry a tornare?
Todd: Ehi, lo sai come funziona quando il capo dei disegnatori viene chiamato ai piani alti, no?
Bob: Speriamo che ci commissionino un altro messaggio di sesso. Da quando ha visto la Sirenetta, la mia nipotina è sempre più contenta di vedermi! Ormai ha quasi 10 anni, e…
Todd: Ancora con le tue manie pedofile Bob! Dovresti smetterla, è una malattia!
Bob: Parli tu di malattia? Non sono mica io quello che riempie i disegni di “666” per compiacere la volontà di “Satana Signore Del Male”.
Todd: NON NOMINARLO MISCREDENTE!, o le tue viscere verranno risucchiate dagli spiriti della MORTE!!
Bob: Ma risucchiami ‘sto caz…
Larry: Basta litigare, deficienti!
Bob: Larry, finalmente!! Allora? Dobbiamo fare una principessa con un vibratore?
Todd: Dobbiamo nascondere il Demone Sacro in qualche casetta del bosco?
Larry: …dobbiamo rifare Biancaneve. La strega deve somigliare alla Palin e il Principe deve essere “afro-americano con origini kenyote”.
Bob: Oh no!!
Larry: Già, non dirlo a me. Forza, al lavoro ragazzi!
Bob: …che palle, sempre la politica in mezzo…io lo mollo ‘sto lavoro…
Todd: Larry?
Larry: Sì?
Todd: Posso fare che la Palin vomita liquido verde?
Larry: Fottiti, Todd!